Elementi essenziali di una efficace campagna di mobile marketing immobiliare

Il mobile sta diventando un componente fondamentale del marketing immobiliare. Grazie al mobile è sempre più semplice per i consumatori accedere a tutte le informazioni di cui hanno bisogno in merito a una proprietà o un agente immobiliare. Informazioni sulle case messa in vendita, le foto, i virtual tour e i contatti sono disponibili in un clic dal proprio telefono o tablet.

Continua a leggere

Annunci

Evernote per agenti immobiliari

Salvatore Coddetta, formatore e coach immobiliare

Usi Evernote per la gestione della tua attività di agente immobiliare? Dovresti.

In questo articolo ti spiegherò le nozioni di base su come usarlo per le attività immobiliari. Fondamentalmente ci sono almeno due modi per usare Evernote nel settore immobiliare. Puoi usare Evernote per la gestione delle compravendite e per la gestione della tua produttività personale. Ma partiamo da una definizione: che cos’è Evernote? Innanzitutto Evernote è un’applicazione mobile con la quale puoi creare delle note.

Evernote-per-agenti-immobiliari

Continua a leggere

Arriva la prima rivista social dedicata alla formazione immobiliare


Flipboard

Importante novità per gli agenti immobiliari e i professionisti del settore immobiliare. FormaRE ha messo on-line la prima rivista social dedicata alla formazione immobiliare su Flipboard. Flipboard è un’applicazione gratuita per iPhone e iPad che permette agli utenti di creare un social magazine dinamico su misura del lettore.

Da oggi essere sempre aggiornato e competente è ancora più facile.

Segui la prima rivista dedicata alla formazione immobiliare che abbiamo creato per te su Flipboard cliccando il link seguente:

Rivista di formazione immobiliare

Apps per agenti immobiliari: l’utilità di Instagram nel marketing immobiliare

Probabilmente avrete già sentito parlare di Instagram, ma che cosa è esattamente Instagram, e come può essere utile a un’agenzia immobiliare?
instagram-cover
Instagram è un social network che ha circa 150 milioni di utenti e che è stato acquistato da Facebook nel 2012 per un miliardo di dollari. Questi utenti, all’inizio, erano soprattutto giovani, ma oggi sono di diverso tipo e vanno dai personaggi famosi ai vostri amici e vicini di casa. Il motivo per cui Instagram è così popolare è che offre agli utenti una piattaforma per ritagliare in modo semplice le foto e aggiungere ad esse dei filtri che rendono più belle e particolari le immagini. Il risultato? La gente comune, come me e te, può scattare una foto e sembrare un fotografo professionista semplicemente premendo alcuni tasti qua e là sul suo Smartphone o sul suo Tablet.
Come esperto di marketing e web marketing immobiliare, ho sempre detto nelle mie aule agli agenti immobiliari di pubblicare foto di buona qualità nei loro annunci. Gli acquirenti amano navigare e rimanere più a lungo sui siti che mostrano belle foto degli appartamenti. Pubblicare annunci con foto belle quindi aumenta le possibilità di ottenere una richiesta da parte degli acquirenti. Instagram permette di migliorare le vostre foto con facilità e stile, semplifica il processo di editing e rende migliore la presentazione dei vostri immobili.
Condividere le foto dei propri annunci immobiliari è essenziale nel settore immobiliare, e quando si tratta di condividere foto online, Instagram è forse la piattaforma social più efficace in quanto è la più popolare e la più utilizzata. Instagram è un ottimo strumento per entrare in contatto con i potenziali clienti acquirenti  e per condividere il proprio portafoglio con i colleghi proprio perché, come abbiamo già detto, è utilizzato da oltre 80 milioni di utenti. Se avete un iPhone o un iPad potete scaricare l’applicazione Instagram nel negozio di iTunes, mentre se avete un telefono o un tablet Android, potete scaricare Instagram tramite Google Play Store.  Secondo me Instagram è particolarmente adatto al marketing immobiliare perché quello immobiliare è un settore altamente visivo. Ogni casa che viene commercializzata è una fantastica opportunità per sfruttare la grande platea di Instragram, grazie alla quale non solo potreste intercettare l’acquirente che state cercando, ma potreste anche posizionarvi come leader di mercato nella vostra zona distinguendovi dalla concorrenza.
Instagram, come tutti i social network, ha un buon posizionamento sui motori di ricerca. Essere presenti su Instagram è quindi un modo per essere trovati quando l’utente effettua una ricerca su Google. In un primo momento accederanno al vostro profilo su Instagram e poi da lì potrete portarli sul vostro sito o sul vostro blog e ricevere richieste. Per prima cosa quindi effettuate la registrazione su Instagram. Come qualsiasi altra piattaforma social, una volta che ci si è registrati, è possibile descrivere se stessi, i vostri servizi e cosa vi rende diversi da tutti gli altri agenti immobiliari che operano sul mercato. Queste descrizioni sono molto importanti in quanto le parole che scriverete in questo campo saranno indicizzate dai motori di ricerca  e, se saranno pertinenti con le parole inserite dall’utente nella casella di Google, il vostro profilo verrà fuori nelle prime pagine tra i risultati organici. Perciò più la vostra descrizione sarà dettagliata e descrittiva e più possibilità avrete di uscire fuori nelle ricerche libere effettuate su Google.
Dopo aver completato la descrizione del vostro profilo cominciate a scattare delle foto delle vostre inserzioni che poi caricherete su Instagram. Ricordate: Quando scaricate le foto sul vostro computer è importante assegnare un nome ad ogni foto. Normalmente quando si scaricano le foto sul computer vengono automaticamente nominate con una serie di numeri. Non lasciatele così. Quando caricherete la foto su Instagram (o sul vostro sito) verrà caricato anche il nome della foto che, a sua volta, sarà indicizzato dai motori di ricerca. Questo è il motivo per cui a volte pur avendo inserito un testo nella casella di Google, Google estrarre tra i risultati organici delle foto. Nominare le foto ad esempio “trilocale via Giorgio Medail 16 Roma” può aiutarvi ad intercettare l’acquirente quando effettua una ricerca su Google con queste parole. Utilizzare le foto ad alta risoluzione. Se le foto non sono visivamente interessanti e di buona qualità, susciteranno meno interesse in chi le guarda. In sostanza, se la foto o le foto non vanno bene, non usatele. Fate foto in verticale. Le foto verticali catturano l’attenzione più di quanto lo facciano quelle orizzontali. Perché? A causa del fatto che questi siti obbligano le persone a scorrere il mouse verso il basso per vedere più contenuti. Ciò fa sì che se l’immagine è orizzontale sarà esposta per meno tempo di fronte a un potenziale cliente.
Instagram, prima di pubblicare le foto, vi permette di ritagliare la foto per eliminare una parte di cielo, per esempio, o un vialetto. Dopo aver ritagliato la foto è possibile applicare un filtro alla foto stessa per rendere i colori delle immagini più vivaci, far apparire le camere da letto più accoglienti e luminose e i bagni scintillanti. Per questo quando si vende una casa, Instagram può essere uno strumento utile. Provate tutti i filtri finchè non trovate quello giusto per ogni immagine che intendete pubblicare. Il filtro Normal è un non-filtro nel senso che non aggiunge nessun effetto alla foto e quindi va bene per dire agli acquirenti che questa casa è talmente bella che non ha bisogno di trucchi. Il filtroToaster è un filtro seppia ed è più adatto a case con un tocco rustico. Case con rivestimenti in legno naturale si adatterebbero bene con questo filtro che aggiunge un tono di marrone alla foto. Il filtro Toaster può evocare ricordi di calore e comfort per coloro che soffrono gli inverni duri dei climi temperati . Può essere usato anche per far sembrare che la foto sia stata scattata in una giornata di sole. Il filtro Sierra, per esempio, darà un aspetto sereno alla casa mentre il filtro Lo-Fi aggiunge colori vivaci alle stanze e calore agli ambienti. Earlybird dà un tocco vintage alle vostre foto, Willow e Inkwell trasformano le vostre foto in bianco e nero aggiungendo una sobria eleganza e sottolineando i punti di forza dell’appartamento. Nashville da un colore violaceo alle vostre foto e nel bordo superiore ha i numeri minuscoli nello stile di una striscia di pellicola cinematografica vecchia scuola. Utilizzate il filtro Nashville se il vostro target di riferimento comprende i creativi che amano immaginare la propria vita come un film. Kelvin aggiunge un bagliore. Grazie a questi filtri un vecchio immobile  può acquistare una nuova immagine, più giovane e fresca. Scegliete un filtro che accentua le caratteristiche migliori della casa e che sia coerente con la storia che state cercando di raccontare a proposito di quella casa.
Utilizzate Instagram per pubblicare foto di particolari della casa. Una foto di tutta la casa va bene, ma non dimenticate di concentrarvi sui dettagli. Se i proprietari hanno una vista mozzafiato o un grande giardino fiorito scattate una foto delle ortensie, filtrate la foto, e aggiungete una didascalia tipo: “Ogni casa merita un giardino di fiori come questo, non è vero?”. I dettagli catturano l’attenzione dei vostri seguaci, e potrebbero invogliare l’acquirente a prendere la decisione di contattarvi per fissare un appuntamento.
Su Instagram è possibile seguire altra persone o essere seguiti. Qualcuno potrebbe chiedersi: “Ma cosa succede se ho un piccolo seguito, ne vale davvero la pena ?” La mia risposta è sì perché le foto pubblicate su Instagram possono essere condivise anche su Facebook, Twitter , Pinterest e il vostro blog. Parte del valore di Instagram è che si può collegare anche con altri social network . Se siete utenti Twitter, collegate il vostro account Twitter a Instagram e condividete le vostre foto anche su Twitter per dare ancor più visibilità alle vostre foto. Lo stesso discorso vale per Facebook, Tumblr e Flickr. Maggiore è il numero di occhi che si poseranno sui vostri annunci immobiliari e meglio è. Una volta che avrete pubblicato le vostro foto su Instagram e sugli altri social, avrete aumentato le possibilità di intercettare l’acquirente che state cercando e sarete un passo più vicino alla vendita della casa.
Tuttavia se avete intenzione di espandere la vostra rete di seguaci, inserite degli hashtags #immobiliari per essere trovati da tutti coloro che effettueranno delle ricerche su Instagram con hashtags immobiliari. Condividete, mettete “mi piace” e commentate le foto degli altri utenti per ottenere a vostra volta da parte degli altri utenti commenti, mi piace e condivisione. Questo vi aiutarà a dare più visibilità alle vostre foto e a ottenere più seguaci. Come sulla maggior parte degli altri social network, anche su Instagram la regola generale è quella di essere attivi e cortesi.
Lo so che qualcuno starà pensando: “Madonna Salvatore, ma ora mi devo mettere a fare anche questo?”. Tuttavia il livello di impegno che metterete nell’utilizzare Instagram rischia di riflettere il livello di impegno che metterete per vendere la casa. Lasciate che i vostri clienti siano consapevoli che state facendo uno sforzo creativo in più rispetto agli altri competitor per vendere la loro casa. Distinguetevi!
State pensando di usare Instagram per condividere le foto dei vostri annunci immobiliari? raccontatemi la vostra esperienza e fatemi sapere se funziona lasciando dei  commenti a questo articolo.
Se desiderate seguirmi su Instagram questo è l’indirizzo per accedere direttamente al mio profilo http://instagram.com/salvatore_coddetta
Augurandomi il tuo successo nel campo immobiliare,
Salvatore Coddetta, formatore e coach immobiliare

Un nuovo alleato per gli agenti immobiliari

applicazioni_mobili_LivellocasaChiusi gli ombrelloni, ci si deve nuovamente calare nella realtà… e la realtà di un agente immobiliare ad oggi è ancora nebulosa.

Si ricominciano a fare i budget per gli investimenti in pubblicità per raggiungere il proprio target di clientela per destinarlo a: sito istituzionale, banner, Facebook, Google AdWords (?) e gli immancabili portali immobiliari…

– “Qual è il miglior portale immobiliare?”

– “I portali hanno aumentato i prezzi!”

– “Dai portali ricevo solo richieste generiche!”

Questi sono alcuni degli interrogativi medi di un agente immobiliare che deve effettuare la propria scelta.

La scelta, capisco bene che non sia semplice, anche perché il numero dei portali immobiliari cresce ogni giorno. L’atteggiamento classico è quindi quello di puntare ai soliti noti.
Oggi avete un alleato in più!

LivelloCasa, durante l’estate ha lavorato per pubblicare le proprie APP per i sistemi più diffusi del momento:
– iOS (iPhone ed iPad per capirci)
– Android (il sistema operativo di Google che equipaggia la maggior parte degli smartphone e tablet sul mercato. Ad esempio i Samsunsung, LG, Motorola ecc…)

Con questa scelta viene coperta la quasi totalità della navigazione con dispositivi mobili.

E’ una notizia molto importante, perché la navigazione tradizionale si sta spostando sempre di più verso la navigazione mobile. LivelloCasa con questa scelta ha segnato il passo e fatto capire che non solo non vuole perdere quote di mercato, ma addirittura ne vuole guadagnare!

Non sono molti i portali immobiliari ad oggi che dispongono di tali strumenti fondamentali per essere protagonisti nel mondo internet. Me ne vengono in mente solo altri 3 (Casa.it, Idealista.it, Immobiliare.it … in rigoroso ordine alfabetico!). Se non ho citato qualcuno me ne scuso.

Per poter pubblicare annunci sulle APP di Livellocasa “è necessario essere un cliente Premium. LivelloCasa ha un database di circa 900 mila annunci immobiliari, al momento solo gli annunci dei clienti Premium vengono pubblicati sulle APP. ci spiega Gianluca Capone, CEO di LivelloCasa.
“E’ giusto premiare chi crede in noi e nel nostro progetto” continua Gianluca.

Infatti, LivelloCasa è un portale che ha sempre avuto un progetto alle spalle e idee “fuori standard”. Decidere di continuare ad investire in questo periodo conferma questa filosofia.
Non solo fu fra i primi attori del mercato a chiudere anni fa la pubblicazione ai privati diventando uno strumento esclusivo per i professionisti immobiliari, ma addirittura la tecnologia sviluppata per le proprie APP è disponibile anche per le singole agenzie immobiliari! (già una trentina di agenzie e gruppi di agenzie le utilizzano)

Fantastico! Ci pensate?
Ogni agenzia immobiliare può avere la propria APP sia per Apple che Android ad un costo molto basso!

Se volete scaricare l’APP di LivelloCasa andate nel vostro APP Store o Google Play e cercate “livellocasa”.

Se desiderate informazioni, contattate LivelloCasa cliccando QUI ora

 

 

 

5 modi per utilizzare i QR code nel settore immobiliare

QR-Code-Mobile di Salvatore Coddetta, formatore e coach immobiliare

 

Ogni tanto una nuova tecnologia arriva nel settore immobiliare e tutti gli agenti ne sono entusiasti. E’ proprio quello che sta accadendo ora con la tecnologia dei codici QR. Il problema è che mentre tutti (compreso tuo fratello…) ti dicono che è necessario utilizzare i codici QR, pochissime persone sono in grado di mostrarti i modi migliori per utilizzare i codici QR nel settore immobiliare. Proprio come con Facebook, Twitter, i blog, YouTube e qualsiasi altra piattaforma tecnologica, alcuni imparano rapidamente a utilizzarla bene, mentre la maggior parte degli agenti semplicemente lo usa perché la usano gli altri agenti che conosce o i colleghi nell’ufficio dove lavora. Per questo, qui di seguito troverete quelli che, a mio parere, sono i 5 modi migliori per utilizzare i codici QR nel settore immobiliare in questo momento. Non dico che questi sono gli unici modi per usare i codici QR nel settore immobiliare e anzi, mi piacerebbe che aggiungeste le vostre idee creative nei commenti qui sotto.

 

Un codice QR è semplicemente un codice a barre bidimensionale che può essere letto con uno smartphone o con un tablet e che collega questi dispositivi  mobili a un sito web. Uno dei vantaggi principali dell’utilizzo del QR Code è che tutte le scansioni vengono tracciate e quindi il ROI (Return On Investment – ritorno sull’investimento) è abbastanza facile da rilevare. Penso anche che ci sono 2 cose fondamentali da tenere in considerazione quando si utilizzano i codici QR:

 

1. La pagina web alla quale collegate il consumatore deve essere ottimizzata per la visualizzazione su un dispositivo mobile.

 

2. Si tratta di una nuova tecnologia in rapida evoluzione che necessita di ulteriori spiegazioni e non basta stamparne l’icona sul vostro materiale di marketing. Ogni volta che si utilizza un codice QR occorre spiegare agli utenti, in piccolo, che richiede un programma per la lettura di codici a barre, il quale può essere scaricato gratuitamente sul proprio telefono ORA visitando il loro Apple Store. E’ anche fondamentale fornire un URL, molto piccola, come opzione aggiuntiva sotto al codice a barre, in modo che coloro che proprio non riescono a capire come leggere il QR Code, possono digitare l’URL direttamente nel browser del cellulare e finire comunque nelle stesso sito. Vediamo ora insieme 5 modi per utilizzare i codici QR nel settore immobiliare:

 

1. Cartelli 

 

I compratori guardano ancora i cartelli per strada per ottenere informazioni sulle case che intendono acquistare (per quanto sia umanamente possibile ottenere informazioni dettagliate da un cartello), prima di chiamare un’agente immobiliare per andare a vedere l’appartamento. Inserendo il codice QR sui vostri cartelli fornirete al potenziale acquirente tutte le informazioni necessarie sulla casa, in un batter d’occhio. Prezzo, foto degli interni e info sulla zona sono in genere le cose che un cartello non fornisce e sfruttando un codice a barre si sta realmente dando ai potenziali acquirenti quello che vogliono, quando lo vogliono. So che alcuni agenti immobiliari penseranno che se vengono fornite tutte le informazioni, gli acquirenti non avranno più bisogno di chiamarli per ricevere tutte queste informazioni a voce. A mio avviso già è così, già non c’è più bisogno di chiamare un agente immobiliare per ottenere informazioni (si pensi portali online come Casa.it, Immobiliare.it o Idealista.it, i quali hanno tutti le loro applicazioni per i dispositivi mobili che forniscono questi dettagli). Il motivo per cui vi chiameranno ancora è un’altro. Come ho scritto nel mio ultimo libro (Telemarketing immobiliare: 115 script per agenti immobiliari professionali, edizioni Franco Angeli), nonostante siamo nell’era del web 2.0 le persone prima di concedervi un appuntamento e andare a vedere la casa vogliono parlare con voi, sentire la vostra voce al telefono, e farsi un impressione su di voi. Vogliono capire se gli piacete. Alle persone piace fare affari con persone che a loro piacciono, e che gli forniscono un valido motivo per fare affari con loro (servizi, assistenza, controlli, ecc.), altrimenti possono ottenere informazioni e comprare casa anche senza di voi.

 

2. Biglietti da visita

 

Un’altra facile soluzione, a mio parere, è quella di mettere il codice QR dietro i vostri biglietti da visita. La parte posteriore dei biglietti da visita è sempre lasciata in bianco, perché non metterci un codice QR che colleghi le persone direttamente al vostro sito Internet oppure permetta alle persone di inserire nella sua rubrica i suoi recapiti?

 

Oppure, un’idea ancora migliore, sarebbe quella di linkare le persone ad un indirizzo Internet dove parte la registrazione di un vostro video di presentazione che si carica su YouTube. Per esempio, all’inizio del video potreste dire: “Grazie mille per aver trovato il tempo per la scansione del codice a barre sul retro del mio biglietto da visita. E’ bello incontrarvi di persona …” Nel video potreste anche suggerire alle persone tutti gli altri modi che hanno per collegarsi con voi, come la vostra Pagina Facebook, il vostro Blog o il vostro account Twitter, facendo loro sapere che desiderate comunicare nel modo in cui lui desidera connettersi con voi. Nel video assicuratevi di ricordare alle persone che, quando si avvicinerà il loro momento di acquistare o vendere, sarete felici se si ricorderanno di voi e che affidandosi a voi potranno avere i vantaggi dell’esperienza e della tradizione abbinati ai vantaggi dell’innovazione sfruttando la tecnologia più avanzata. In sostanza, ricordategli che siete sia off line che on-line!

 

3. Direct Mail

 

Se state cercando di generare contatti e nuovi potenziali clienti, potreste anche prendere in considerazione l’idea di inserire un QR Code nelle vostre campagne di e-mail marketing, magari facendo un video realizzato apposta per la campagna mail simile al video di cui sopra per il biglietto da visita. Così, per esempio, se lavorate nella zona di Trastevere potreste avviare il video dicendo: “Una delle cose che amo di lavorare nella zona di Trastevere sono le persone …” Poi, ovviamente, fate sapere a chi guarderà questo video che quando arriverà per loro il momento di vendere o comprare casa, meritano di lavorare con un agente immobiliare che gli fornisce un servizio eccellente e che sfrutta sia il marketing online che offline. Potreste anche includere immagini e video del quartiere per davvero dare quel tocco di iper locale. Anche in questo caso offrire tutte le informazioni di contatto e i social media su cui possono mettersi in contatto con voi.

 

4. Volantini 

 

Il QR Code che mettete sul volantino può linkare le persone a un video dove si vede il virtual tour della casa pubblicizzata sul volantino. Oppure potrebbe collegare le persone che lo scannerizzano alla pagina del vostro sito dove c’è la scheda immobile di quella casa dove possono vedere le foto e ottenere le informazioni che non rientrano in un volantino. I volantini sono ancora molto usati dalle agenzie. Personalmente vedo migliaia di volantini di agenzie immobiliari nei miei viaggi in giro per l’Italia, ma non ne ho ancora visto uno fatto così.

 

5. La vostra automobile

 

La strategia con questo codice QR dovrebbe essere simile alla strategia impiegata per il biglietto da visita. Anche in questo caso, l’indirizzo a cui si collegano gli utenti scannerizzando il codice QR sul vostro veicolo dovrebbe farli atterrare a una pagina dove parte un video che gli spiega che se sono alla ricerca di un agente immobiliare con approfondite conoscenze tecniche per aiutarli nel processo d’acquisto o di vendita della loro casa, possono rivolgersi quando sono pronti e voi sarete felici di aiutarli offrendogli tutti i vantaggi del marketing online e di quello offline.

 

Se siete d’accordo con quello che ho scritto, o se avete imparato qualcosa leggendo questo articolo fatemelo sapere nei commenti qui sotto. Sono sicuro che ci sono molti altri usi per i codici QR nel settore immobiliare e mi piacerebbe venirne a conoscenza grazie ai vostri contributi.

 

Augurandomi il vostro successo nel campo immobiliare,

 

Salvatore Coddetta, formatore e coach immobiliare

 

Suggerimento finale: Salvatore Coddetta organizza corsi di web marketing immobiliare. Per informazioni sui corsi di web marketing immobiliare di Salvatore Coddetta clicca qui

Mobile marketing per agenti immobiliari

smartphone03
Più o meno ogni sei mesi vado dal mio dentista per la solita visita di routine. Circa un paio di settimane fa, mentre stavo camminando per strada, ho ricevuto un sms dal mio dentista che mi ricordava il nostro appuntamento. Ora, questo ha catturato la mia attenzione: un SMS dal mio dentista. Un dentista che usa il mobile marketing per rimanere in contatto con me! Fantastico, invece di dovermi scrivere su un post-it il mio prossimo appuntamento con il dentista, posso ricordarmelo tramite un sms sul mio iPhone.
Oggi la gente vuole fare le cose con il suo smartphone o con il suo tablet.
Per quanto mi riguarda, il mio iPhone è indispensabile. Faccio tutto dal mio iPhone: guardo le e-mail, entro in Facebook, navigo sul web. E come me, immagino, milioni di altre persone fanno la stessa cosa. E’ cominciata la rivoluzione del mobile marketing, ma forse “rivoluzione” è il termine sbagliato in quanto il mobile marketing è già qui, ed è qui per rimanere.
Tutte le indagini e le ricerche di mercato effettuate dai più prestigiosi istituti ci dicono che oggi almeno il 40% dei compratori che hanno acquistato una casa la hanno trovata on-line. Credo che questo sia un numero da prendere in seria considerazione. Sempre più consumatori utilizzano dispositivi mobili per accedere a Internet tutti i giorni, e non passerà ancora molto tempo prima che il traffico mobile per accedere a Internet superi ed eclissi il traffico per accedere a Internet generato dai computer. In un mondo che si va sempre più digitalizzando, perché limitare la presenza digitale al computer, quando si può estendere al cellulare o al tablet? due strumenti che tra l’altro avete sempre con voi in tasca o in borsa. Le statistiche sulle risposte ai messaggi diretti inviati tramite i dispositivi mobili sono impressionanti. Gli SMS (Short Message Services) hanno un tasso di apertura del 98%, e oltre il 60% vengono letti entro i primi 5 minuti da quando vengono ricevuti. Un tasso di apertura molto più alto di quello delle e-mail.
Quali sono i vantaggi del mobile marketing per gli agenti immobiliari? intanto partiamo da una definizione di mobile marketing. Il mobile marketing è definito come l’atto di comunicare con i propri clienti, effettivi e potenziali, tramite un dispositivo mobile (smartphone o tablet). Questa definizione fa appello a una clientela che sta rapidamente diventando sempre più tecnologicamente sofisticata. Gli agenti immobiliari attraverso uno di questi dispositivi mobili possono aiutare i loro clienti (acquirenti e venditori) 24 ore al giorno, sette giorni alla settimana. Questa disponibilità dà l’agente immobiliare un vantaggio competitivo, per l’acquisizione e il mantenimento dei clienti. Ora, suddividano la questione dei vantaggi in tre aspetti principali:
1. Vantaggi del mobile marketing per l’agente immobiliare? 
Il mobile marketing può fare diverse cose per un agente immobiliare professionale, tra cui generare un maggior numero di contatti caldi e mettere a disposizione un altro metodo di distribuzione dei contenuti e delle informazioni rilevanti per i potenziali clienti. Ciò consente di risparmiare potenzialmente una fortuna nella stampa di volantini da distribuire in zona, e creare un valore aggiunto da offrire ai vostri clienti in termini di statistiche fornite in tempo reale, che il marketing tradizionale non può offrire. Gli agenti immobiliari potrebbe istituire un servizio per fornire informazioni a venditori ed acquirenti tramite SMS. Le persone interessate possono iscriversi al servizio mandando un messaggio al numero che voi gli fornirete con una parola chiave, e da quel momento in avanti cominceranno a ricevere le informazioni rilevanti per loro.
2. Vantaggi del mobile marketing per il cliente venditore? 
Grazie al mobile marketing il cliente venditore ottiene il beneficio di essere aggiornato in tempo reale dal suo agente di fiducia sull’andamento della vendita del suo immboile. L’agente può inviare al cliente venditore un SMS contenente il dato di quante persone hanno richiesto informazioni sulle sua casa, appuntamenti fissati per le visite e il numero di richieste di ulteriori informazioni, il numero di immagini visualizzate, ecc.
3. Vantaggi del mobile marketing per il cliente acquirente? 
Il mobile marketing permette all’acquirente di ottenere informazioni in tempo reale, senza che vi chiami, sugli immobili che corrispondono alla richiesta che vi ha lasciato, alle sue esigenze abitative e disponibilità finanziarie.
Immaginate di inviare un SMS a tutti coloro che vi hanno chiesto informazioni su una casa, per far sapere loro che state organizzando una Open House, o che vi è entrato un nuovo immobile in zona, o che avete ottenuto una riduzione di prezzo su un appartamento che avevate già in portafoglio, ecc. Immaginate anche di essere in grado di inviare via SMS un rapporto sul mercato immobiliare della zona a tutti coloro che che sono alla ricerca di una casa in quella parte della città.
Per poter fare del mobile marketing immobiliare sono necessari 4 strumenti:
1. Uno smartphone o un iPhone
2. Un servizio per inviare messaggi di testo a basso costo, tipo Whatsapp per intenderci
3. Un QR code – Se non sapete cos’è un codice QR e come utilizzarlo nel settore immobiliare leggete questo articolo

http://www.strategieacquisizionevenditaimmobiliare.com/1/come_utilizzare_il_qr_code_nel_settore_immobiliare_8062468.html

4. Marketing offline: ad es. Cartelli, volantini, vetrofanie, ecc …. (Questi strumenti devono riportare un numero di telefono cellulare al quale le persone possono scrivervi per ricevere i vostri SMS contenenti le informazioni che loro desiderano ricevere da voi)

In sostanza, al giorno d’oggi non solo è  intelligente per gli agenti immobiliari avere una forte strategia di mobile marketing, ma è quasi una necessità. Ma se non ne avete una, non fatevi prendere dal panico.
Qui di seguito, troverete 3 modi per costruirvi una strategia di mobile marketing immobiliare, in soli pochi minuti.
1) La prima cosa da fare è quella di farsi realizzare un’app della propria agenzia o una versione mobile del proprio sito. Ho detto prima che vado su Facebook o navigo sul web dal mio iPhone. Ma dall’iPhone, o da uno smartphone, su Facebook o sul web non ci vai dal browser ma utilizzi un app o entri in un sito ottimizzato per i dispositivi mobili perché ne facilità la navigazione evitando problemi di cattiva visualizzazione sul display o mancanza di alcune funzioni. Una volta entrati nella vostra app gli utenti potranno fare esattamente quello che possono fare sul vostro sito: effettuare ricerche, ottenere informazioni, ecc.
2) Procuratevi una lista di persone da invitare a scaricare la vostra app gratuita sul loro iPhone o Smartphone
3) Rimanete in contatto con queste persone tramite SMS
Il lavoro di agenteImmobiliare non è un lavoro adatto a chi intende sedersi dietro una scrivania. Gli agenti sono persone che vanno in giro, per tutto il tempo. Una soluzione di gestione dei contatti  attraverso il proprio dispositivo mobile può aiutare gli agenti immobiliari a tenere sotto controllo e a gestire la loro attività, in qualunque posto si trovino. I dispositivi mobili hanno cambiato il comportamento dei consumatori in modi che nessuno di noi avrebbe potuto immaginare 5 anni fa, e non c’è mai stato un momento migliore per passare ad una strategia di mobile marketing immobiliare. Il mobile marketing per il settore immobiliare è così attuale in questo momento che non può più essere ignorato a lungo. Vorrei anche ricordarvi che dal momento che è ancora considerata una tecnologia “nuova”, avrete veramente la grande possibilità di distinguersi nel vostro mercato.
Augurandomi il vostro successo nel campo immobiliare,
Salvatore Coddetta, formatore e coach immobiliare
Suggerimento finale: Salvatore Coddetta organizza corsi di formazione sul mobile marketing immobiliare.
Per ricevere informazioni sui corsi di mobile marketing immobiliare di Salvatore Coddetta, scrivi a info@formarealestate.it
Per ricevere una consulenza sulla tua strategia di mobile marketing immobiliare scrivi a info@formarealestate.it